Tour du Rutor e Enervit

Comunicato Stampa del 16 marzo 2012

MASSIMA ENERGIA PER IL TOUR DU RUTOR
SCIALPINISMO “EXTRÊME” ILLUSTRATO AD ARVIER (AO)

Lunedì 19 marzo (ore 20,30) un incontro su skialp, alimentazione e integrazione
Esperti, medici e sportivi analizzano il Millet Tour du Rutor Extrême
Dal 30 marzo al 1° aprile la competizione valdostana sale in quota
La Grande Course fa tappa in Valle d’Aosta con i big internazionali


È noto fin dall’antichità quanto alimentazione e salute siano legate in maniera intrinseca, e ogni sportivo può confermarlo appieno. Ogni performance agonistica trova stretta relazione con il cibo assunto, tuttavia le complessità della questione sono plurime e lunedì 19 marzo, nella sala polivalente di Arvier (AO), alcuni specialisti del settore nutrizione e sport di montagna si ritroveranno per gettare luce su argomenti quantomai cari agli atleti e in particolar modo agli scialpinisti.
Il Millet Tour du Rutor Extrême, in programma dal 30 marzo al 1° aprile sulle cime valdostane, è un evento dove ogni partecipante è veramente portato…all’estremo, dove lo sforzo e la fatica diventano partner di gara per ognuno e la bravura o il talento forse non sono più sufficienti per resistere e soprattutto per cercare di vincere.
Alla serata di Arvier, intitolata “Scialpinismo, alimentazione, integrazione. Energia prima, durante e dopo lo sport”, interverranno, come detto, esperti del pianeta medico-nutrizionale come il responsabile informazione tecnico scientifica di Enervit Spa dott. Danilo Riva, il quale punterà l’attenzione su quanto l’equilibrio tra i nutrienti sia una delle chiavi di benessere e riuscita sportiva. La sfida risulta tuttavia sensazionale, visto che non è sufficiente affidarsi a gusto e intuito personali per la migliore scelta dei cibi, ma occorre considerare gli alimenti con attenzione e comprenderne a fondo le potenzialità, siano esse benefiche che dannose, soprattutto quando si tratta di attività agonistica, ma anche molto più in generale.
Il dottor Luca Mondazzi è medico chirurgo, specialista in scienza dell’alimentazione e gastroenterologo e lunedì sera focalizzerà l’attenzione sull’importanza del consumo energetico in una disciplina endurance ad alta intensità come lo scialpinismo. L’apporto di carboidrati, la puntuale idratazione e una corretta reintegrazione delle energie sono punti cruciali del pre e del durante, ma anche al termine di ogni competizione occorre prestare attenzione a procedure dietetiche di recupero che richiedono un rigoroso rispetto di regole relative a cosa mangiare, quanto mangiare e, non meno rilevante, quando mangiare.
All’incontro di lunedì 19 marzo ad Arvier prenderà parte anche il presidente della Società italiana medicina di montagna dott. Guido Giardini, il quale illustrerà le caratteristiche fisiche dell’ambiente montano ed il loro impatto sulla fisiologia dell’organismo umano, tratterà inoltre il tema delle patologie principali legate alla montagna e i rimedi per contrastarle, e spiegherà i test diagnostici per lo studio della suscettibilità alle patologie da alta quota che possono essere eseguiti presso l’ambulatorio di medicina di montagna dell’USL della Valle d’Aosta.
Saranno presenti alla serata di Arvier anche il vice presidente dello Sci Club Corrado Gex (organizzatore del Millet Tour du Rutor Extrême) Marco Camandona, l’assessore al turismo, sport, commercio e trasporti della Regione Valle d’Aosta Aurelio Marguerettaz e l’assessore alla sanità, salute e politiche sociali Albert Lanièce. Modererà l’incontro Silvano Gadin.
Il Millet Tour du Rutor Extrême sarà sulle nevi di Arvier e Valgrisenche dal 30 marzo al 1° aprile, con la crème dello ski alp mondiale, anche perché la competizione valdostana è quest’anno inserita nel prestigioso circuito della Grande Course, dove tra le altre figurano la Pierra Menta e il Trofeo Mezzalama.
Info: www.tourdurutor.com